Come cambiare le password dell’ Internet Banking

L’internet banking offre degli indubbi vantaggi sia in termini di risparmio di tempo che di soldi, nonostante ciò sono ancora pochi gli utenti che gestiscono i propri soldi online; il profilo di un correntista che sceglie l’internet banking è quello di un individuo giovane che utilizza internet e che ha un buon livello di scolarizzazione, invece la maggior parte degli utenti preferisce rivolgersi allo sportello tradizionale in quanto ritiene che il contatto diretto con la banca gli permetta di poter controllare meglio il proprio conto corrente.
Oltre al motivo descritto, uno dei deterrenti che frena la diffusione dell’internet banking è la paura delle truffe, si tratta di un timore infondato dovuto ad una scarsa conoscenza dei meccanismi di protezione antifrode che vengono attivati dalle banche.

Spesso infatti i tentativi di phishing vanno a buon fine non per mancanza di adeguata protezione dei sistemi informatici delle banche, ma a causa di comportamenti imprudenti di utenti poco accorti.

Una delle banche che più ha creduto nelle potenzialità dell’internet banking è l’Unicredit Banca di Roma che ha messo a punto un servizio di home banking che permette all’utente di operare in assoluta sicurezza.

Vediamo nei dettagli quali sono i principali aspetti che caratterizzano il sistema di protezione dell’internet banking dell’Unicredit Banca di Roma:

* All’atto di sottoscrizione del contratto di conto corrente online viene fornito un codice di adesione personale noto solo alla banca, tale codice è personale ma non permette di entrare in un conto corrente senza password.
Al cliente viene fornita una password di 8 cifre che può essere cambiata un numero illimitato di volte dal cliente stesso attraverso la sezione dedicata presente sul sito, l’operazione non comporta alcun costo.

* Per effettuare le transazioni l’utente non usa la stessa password che serve per l’accesso al proprio conto corrente, ma una password che viene visualizzata in una chiavetta fornita gratuitamente dalla banca.
Le password visualizzate nel dispositivo cambiano continuamente in automatico e non comportano alcun intervento manuale da parte dell’utente.

Confrontando il servizio di protezione dell’Unicredit con quello di altri istituti di credito, quali Fineco, IW Bank, Banca Sella, solo per citarne alcuni, emerge che tutte le banche che offrono l’internet banking, hanno predisposto adeguati sistemi di sicurezza in quanto è nell’interesse della banche stesse evitare che vi siano sottrazioni illecite di denaro dato che la normativa vigente tutela il cliente obbligando le banche a restituire eventuali somme che dovessero essere sottratte illecitamente.
Tuttavia è consigliabile verificare se il servizio di internet banking della propria banca prevede la chiavetta con password dinamiche in quanto non tutte le banche offrono questo dispositivo.

Prezzo:Il servizio di internet banking non prevede alcun costo aggiuntivo rispetto al canone pagato per il conto corrente tradizionale, i dispositivi di sicurezza predisposti fanno parte del pacchetto offerto.

Svantaggi: Alcune banche non prevedono la chiavetta con password dinamiche.

Vantaggi: I sistemi di protezione attivati dalle banche forniscono ampi margini di sicurezza.

Internet Banking

1 comment

Leave Comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>