Come cambiare il nome utente in Windows XP

Cosa bisogna fare se si desidera cambiare il nome utente in Windows Xp? Si tratta di una procedura molto semplice, che può risultare utile per esempio se in fase di installazione si è digitato in maniera errata il nome utente, oppure se più semplicemente si è dimenticato. È bene precisare per prima cosa che non è necessario reinstallare il sistema operativo: basterà seguire questi pochi passi. Innanzitutto andiamo su Start. Clicchiamo su Esegui: ci apparirà una finestrella che ci chiede di digitare il nome della cartella, del programma, della risorsa Internet o del documento da aprire. Nel menù a tendina che compare, scriviamo la stringa di caratteri “regedit”. Clicchiamo su Ok. Si apre Regedit: all’interno bisogna cercare la chiave denominata Hkey Local. Quindi apriamo questa sezione, ed evidenziamo la chiave denominata Registeredowner. Facciamo doppio clic con il mouse sulla scritta, e quindi scegliamo il nome utente che preferiamo. Chi lo desidera ha anche la possibilità di modificare il nome dell’organizzazione: è sufficiente cliccare due volte sulla stringa Registeredorganization. A questo punto non rimane altro da fare che riavviare il computer. Noteremo che i cambiamenti che abbiamo apportato hanno subito effetto. Senza essere costretti a installare di nuovo Windows, siamo riusciti a cambiare il nome utente. Quando si parla di creazione dell’account in Windows, e di conseguenza anche del nome utente, non stiamo andando a creare il profilo dell’utente, in realtà, visto che tale profilo nasce nel primo momento in cui l’utente effettua la connessione al computer. Ciò significa che il profilo non viene creato nemmeno dall’accesso semplice a una cartella condivisa da remoto. Quando si effettua l’autenticazione per la prima volta, si crea una cartella predefinita in Documents and Settings, con il nome utente che è stato autenticato. Nel caso in cui una cartella con il medesimo nome sia già esistente, viene creata una cartella nuova, con un nome differente a seconda se il computer faccia parte di un dominio oppure no. Nel momento in cui la cartella utente è stata realizzata, non sarà più nominata di nuovo da Windows. Se il nome utente viene cambiato, infatti, come nel caso che stiamo trattando, la cartella utente mantiene il nome originale, e il profilo a esso connesso, che di conseguenza non corrisponde poi al nome utente: ciò può anche provocare una certa confusione, ed è per questa ragione che è consigliabile che l’admin, vale a dire l’amministratore di sistema, non modifichi il nome utente se non in caso di reale necessità. In alternativa, se non esiste la possibilità di non cambiare il nome utente, sarà opportuno che la cartella venga nominata manualmente di nuovo, e il registro sia cambiato così da mettere a punto la modifica del nome utente. Concludiamo segnalando, dunque, la differenza tra nome utente e profilo utente: cambiare il primo, come abbiamo visto, è semplice, e anzi non comporta nessuna conoscenza particolare. Il secondo invece non può essere cambiato: rimane lo stesso per sempre, quello dell’user di default. L’unica possibilità che avremo, in questo senso, sarà quella di creare una copia del profilo, questa sì modificabile a piacere.

Windows XP

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>