Come calcolare la rata del mutuo

Per calcolare la rata di un mutuo ipotecario destinato a privati dobbiamo distinguere tre tipologie di finanziamento : i mutui a tasso fisso , quelli a tasso variabile e infine quelli misti.
Il meccanismo di calcolo tuttavia non cambia in quanto i parametri di riferimento che variano, sono solo quelli legati al tasso d’interesse.

Quali sono gli elementi da considerare per calcolare la rata del mutuo?

* La durata;
* La periodicità delle rate ( mensile, trimestrale, semestrale);
* La modalità di rimborso;
* Lo spread;
* Il tasso nominale annuo, è l’elemento più importante, il tasso d’interesse è pari all’Eurolrs lettera riferito alla durata complessiva del mutuo e pubblicato di norma, su “Il Sole 24 Ore” del giorno lavorativo precedente la stipula. Il tasso viene arrotondato allo 0,005 superiore e maggiorato di uno spread massimo di 2,80 punti in ragione di anno.

Al calcolo vanno poi aggiunte le seguenti voci:

* Spese di perizia in caso di accertamenti svolti da personale dell’Istituto.

Nel caso poi che si stipuli una polizza assicurativa Incendio fabbricati a capitale decrescente, il costo va spalmato nel finanziamento, stessa cosa dicasi nel caso in cui si aderisca ad una polizza a copertura del debito in caso di morte o di invalidità totale permanente.

Alcune banche, ad esempio come l’Unicredit Banca di Roma, nel caso di mutui erogati a soggetti che superano alla fine del periodo di finanziamento i 75 anni d’età, obbligano i mutuatari a stipulare una polizza che ha le caratteristiche sopra descritte.

Attualmente i finanziamenti per l’acquisto di una casa sono concessi sia dai normali isituti di credito che da banche on line, il mutuo bancario erogato attraverso il ricorso alle agenzie di credito può essere paragonato con il mutuo Arancio erogato da Ing Direct.
Il “Mutuo Arancio” rispetto ai mutui bancari erogati dalle banche tradizionali risulta decisamente competitivo per quanto riguarda il costo finale della rata del mutuo in quanto non vengono spalmate le varie spese nel finanziamento .
Mutuo Arancio offre sia mutui a tasso fisso che a tasso variabile, la durata del mutuo va da un minimo di 10 anni ad un massimo di 40 anni nel caso per esempio dei tassi variabili, l’importo finanziato copre sino all’80 % del valore dell’immobile.

PREZZO

Nel caso di un finanziamento di 100.000 euro della durata di 30 anni ,il costo della rata a tasso fisso del Mutuo Arancio è di euro 522,85 con un tasso di 4,77 %, rispetto alle banche tradizionali lo spread è minore di 10 punti.
La Banca Sella a fronte dello stesso importo finanziato chiede un rata di euro 569,67 comprensiva di spese di istruttoria, di perizia e di assicurazione contro i rischi derivanti dall’incendio del fabbricato.

SVANTAGGI: Nel costo di una rata di un mutuo spesso incidono spese occulte quali spese di istruttoria, di perizia e soprattutto lo spread il vero elemento che consente alle banche di guadagnare.

VANTAGGI: La rata di un mutuo a tasso fisso offre il vantaggio di essere al riparo dalle eventuali fluttuazioni di mercato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>