Braccialetto fai da te? Si, grazie

Se si vuole realizzare un braccialetto in modo artigianale c’è da sbizzarrirsi. Con poche materie prime ma tanta fantasia se ne possono realizzare moltissimi, originali, più o meno complicati ed elaborati.
La cosa più semplice da fare può essere quella di realizzare un braccialetto intrecciando dei cordoncini colorati a mo’ di trecciolina: semplici, colorati, possono essere realizzati di un solo colore o mettendo insieme cordoncini di colori diversi. Vanno poi semplicemente legati al polso, senza troppe complicazioni.
Se si ha un minimo di manualità si possono usare perline e, con un apposito telaio (ve ne sono anche in confezioni giocattolo per le bambine) si possono creare tutte le decorazioni che si preferiscono semplicemente seguendo uno schema (ad ogni simbolo si dovrebbe far corrispondere un diverso colore di perlina) e le materie prime da usare sono solo perline e filo abbastanza resistente su cui applicarle. Più semplicemente le perline possono essere infilate l’una dietro l’altra – tutte di un colore o seguendo un certo ordine tra colori diversi – su un unico filo. Si possono preparare diversi fili con diversi colori per poi indossarli tutti insieme. Al posto del filo si può anche utilizzare un elastico sottile in modo tale che non debbano essere legati al posso ma li si possa infilare e sfilare ogni volta che lo si vuole.
Con la pelle si possono realizzare braccialetti unisex, anche di tipo “aggressivo” applicando borchie o applicazioni metalliche, semplicemente ritagliando la pelle e applicando su un’estremità una fibbia che si possa agganciare all’estremità opposta dotata di appositi buchi. In questo caso le materie prime vanno ricercate tra il pellame e gli accessori (vanno bene anche gli accessori usati per decorare le calzature). Con la pelle si possono realizzare anche dei bracciali semplici senza troppe applicazioni in modo tale da renderli più sobri ma allo stesso tempo semplici e nemmeno troppo decorativi, a dire il vero.
Più romantici sono invece i braccialetti che hanno come base una catenella (più o meno pesante e spessa a seconda di ciò che deve sostenere) all’estremità della quale applicare una chiusura metallica, anche a moschettoni, da chiudere nell’altra estremità. Sulla catenella di base si possono applicare degli charms che si trovano in commercio, di diverse forme (possono essere perle o soggetti metallici di diverse forme) ma se si è capaci si possono anche realizzare manualmente dei pendenti in fimo. Si possono ricavare pendenti di ogni forma e dimensione (meglio se non troppo grandi per via del peso) e di ogni colore ma in questo caso è necessario saper manipolare il fimo e saperlo trattare. In questo caso si possono adattare alla persona che dovrà indossarlo realizzando dei pendenti più o meno seriosi… Io ho avuto occasione di realizzare personaggi come Hello Kitty o Minnie e sono davvero carini ma il fimo si presta anche per soggetti più spiritosi come fettine di torta, ciliegine, cuoricini. Basta un po’ di manualità e la materia prima giusta. Sicuramente sono molto originali.

APPROFONDISCI LA GUIDA: Come fare una sciarpa

braccialetto-fai-da-te-si-grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>