Come bloccare i siti Web in Mozilla Firefox

Molto spesso ci si imbatte in siti pericolosi in quanto rischiosi per virus o per immagini anche pornografiche. Se vogliamo che il nostro computer rimanga sano da virus potenzialmente pericolosi e che noi o la nostra famiglia non si imbatta in siti “discutibili” è necessario prendere precauzioni. Questo è particolarmente importante se il computer viene usato anche da bambini che forse non vogliamo passino troppo tempo navigando su certi siti o che proprio vogliamo che non ci navighino mai, ma anche se in azienda c’è il bisogno di bloccare siti, come Facebook o Youtube, che potrebbero distrarre gli impiegati dal loro lavoro.
Mozilla Firefox permette di farlo con vari componenti aggiuntivi, i più conosciuti sono BlockSite e LeechBlock, software semplici da usare e funzionali.
Con il primo, BlockSite, dopo averlo scaricato, installato e riavviato il browser, si dovrà andare su Strumenti-Componenti aggiuntivi e trovato il componente aggiuntivo nella lista si dovrà cliccare su Opzioni per configurarlo e scegliere i siti da bloccare. Si aprirà una finestra nella quale si spunterà la casella di Enable authentication e si sceglierà una password per non permettere l’accesso ai siti da utenti non autorizzati. Per aggiungere i siti da bloccare basterà cliccare sul pulsante Add a fianco e aggiungere il link, quindi cliccare OK. A questo punto il sito non sarà visualizzabile finchè non si toglierà il link dalla lista del componente aggiuntivo.
Il secondo, Leechblock, permette, oltre a bloccare i siti come BlockSite, di impostare un tempo determinato per far utilizzare un dato sito, sia potendo scegliere un tot di minuti, sia in quali giorni vogliamo far accedere ai siti. Potrebbe essere utile per limitare l’accesso ai bambini o al lavoro, come già detto, ma anche per sapere quanto sono stati connessi a determinati siti, in quanto LeechBlock ha anche questa funzione. L’installazione funziona come per il precedente componente aggiuntivo, ma la configurazione è un po’ più lunga. Tuttavia il software è intuitivo e facile da capire. Si possono spuntare i giorni, inserire l’orario o l’intervallo di tempo e se si vuole bloccare per un periodo ogni ora e per giorni interi. Per ogni sito bloccato si possono fare scelte diverse, ad esempio permettere l’accesso ad un sito per 15 minuti ogni ora tra le 15 e le 21, e non permettere l’accesso ad un altro sito il martedì e il venerdì e così via, fino a sei link. Ma, perchè no, potrebbe essere utile anche a noi, per “ricordarci” che abbiamo altro da fare in quel momento e che il momento per navigare in internet è ad una certa ora della giornata.
I vantaggi sono molti, gli svantaggi quasi nulli, forse l’unico è il non sapere utilizzare i programmi, ma come ho detto prima, sono estremamente semplici.
Perciò direi che sono ottimi software per tenere sotto controllo internet, sia se vogliamo proteggere il computer, i nostri bambini, o anche solo evitare delle distrazioni per studenti o lavoratori.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>