Come avere una pattumiera sempre profumata

E’ capitato a tutti di buttare nella spazzatura dei rifiuti di cibo che nel giro di qualche ora hanno incominciato ad emanare un odore non certo gradevole, come si può allora evitare l’emanazione di cattivo odore e avere nel contempo una pattumiera sempre profumata?

Le accortezze da seguire sono poche ma indispensabili e le possiamo riassumere in questi punti:

* Non lasciare nella pattumiera i seguenti rifiuti: pesce, alcuni frutti ,in particolare melone ed anguria, residui di uovo e tutti quei rifiuti organici ad alta deperibilità che vanno in putrescenza velocemente.
Il cattivo odore emanato da rifiuti organici che stanno marcendo non può essere coperto da alcun profumo, la scelta migliore è quella di prendere il sacchetto dell’immondizia e di buttarlo velocemente nel cassonetto dell’umido.

* Pulire regolarmente la superficie della pattumiera utilizzando un detergente in crema per eliminare eventuali residui liquidi.
Un prodotto valido è il Cif al limone oppure uno sgrassatore come Chante Clair al profumo di marsiglia.

* Il terzo punto che bisogna tenere in considerazione è in relazione anche al posto in cui mettiamo la pattumiera, se si tratta di una pattumiera posta al di sotto del lavello, oltre a seguire le poche regole descritte, si può appendere all’interno del vano che contiene la pattumiera, un profumatore di quelli utilizzati normalmente per le autovetture particolarmente indicato per armadi, scarpiere e ripostigli.

Esperienze personali:quanto descritto è esattamente quello che regolarmente seguo da sempre, la raccolta differenziata agevola ulteriormente l’osservanza di tali regole che oltre a tutto sono dettate dal buon senso prima che da questioni di carattere igienico sanitarie.

Oltre a seguire le normali regole di pulizia ed igiene utilizzando i prodotti idonei, si possono usare dei sacchetti per l’immondizia profumati, in commercio ve ne sono di diversi tipi, colorati, con una gradevole profumazione, di dimensioni differenti e adatti sia a pattumiere circolari che a contenitori a forma di parallelipedo.

Prezzi: Un detergente in crema liquida può costare intorno a euro 0,85/1,00, se si tratta di un prodotto non di marca venduto in un hard doscount, mentre il Cif al limone da 500 ml costa mediamente intorno ai 2 euro. Il prezzo invece di Chante Clair è di circa 2,30 euro, in alternativa si può acquistare lo sgrassatore liquido dell’Eurospin venduto intorno ai 1,40 a confezione.
Per quanto riguarda i profumatori per piccoli ambienti c’è solo l’imbarazzo della scelta: il classico Arbre magique costa mediamente intorni ai 250/280 euro.

Svantaggi: per avere una pattumiera profumata bisogna seguire le normali regole di pulizia ed igiene, ciò comporta un impiego di tempo, non è sufficiente pertanto usare dei profumatori che coprono gli odori cattivi.
Prodotti dalla profumazione troppo persistente possono avere l’effetto contrario ed essere fastidiosi in ambienti troppo piccoli.
Durante il periodo estivo l’attenzione deve essere raddoppiata.

Vantaggi: Osservando le normali regole di pulizia ed igiene si evitano odori malevoli che tendono a diffondersi in tutte le stanze dalla casa.

pattu

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>