Come avere un trucco occhi sempre perfetto

Avere un trucco sempre perfetto non è semplice, soprattutto per chi sta fuori tutta la giornata. In particolare il trucco occhi è quello che riguarda la zona più delicata del viso, e in cui è possibile incorrere in piegoline o stacchi di colore, derivanti da prodotti troppo economici, o dal fatto di essere in giro da molte ore.
Ecco perché per avere un trucco perfetto occorre aver preparato un buon make up la mattina, portando con sé una piccola trousse con l’occorrente (minimo) per un ritocco al volo.
Le regole da seguire per preparare un perfetto make up sono pochissime.
La prima è lavare il viso con dell’acqua fredda che riattivi la circolazione, liberando i pori dal sebo che si è formato durante la notte. Si passa poi al trucco, stendendo una buona crema.
L’ideale sarebbe stendere il primer, che è la crema base dei professionisti del makeup: si usa per “livellare” la pelle, riempiendo tutte le imperfezioni e facilitando la stesura del fondotinta, che dovrà avere un effetto opaco, ma quasi trasparente; dunque, privo di piegoline.
L’attenzione particolare va riservata agli occhi.
Le sopracciglia sono la prima cosa. Folte o sottili, devono essere in armonia con i tratti del viso, sempre in ordine e prive di pelucchi intorno. Prima di truccare l’occhio va passato il piegaciglia, soprattutto agli angoli, per rialzare la palpebra e rendere l’occhio più intenso. Per chi ha ciglia molto corte, il suggerimento dei make up artis è quello di aggiungere delle ciglia finte, ma solo qualche ciuffetto verso l’esterno.
L’ombretto: in genere si suggerisce un ombretto tortora o poco più scuro verso l’esterno, per intensificare lo sguardo, e uno chiarissimo verso l’interno, per illuminare e ingrandire l’occhio. Questo è un colore base, indipendentemente dal colore degli occhi o dei capelli. Se sfumiamo la tonalità più scura verso l’angolo otterremo un effetto luminoso ma senza apparire dei pierrot. Lo stesso va fatto con la matita, soprattutto se il trucco è da giorno. Per la sera, va bene anche l’eye liner. La matita, di colore scuro, va passata dalla metà della palpebra fino alla fine dell’occhio, tenendo l’occhio un po’ tirato verso l’alto.
Se abbiamo occhi chiari, possiamo giocare anche con tonalità dal glicine al rosato, o decidere di stendere come base un ombretto cremoso e sopra quello in polvere, ma lo stacco tra i due è fondamentale per dare tridimensionalità allo sguardo, senza appiattirlo.
Il trucco non è completo senza mascara. Va scelto di ottima qualità, altrimenti tende a “scendere”, creando antiestetiche macchie nere al di sotto dell’occhio. Se lo passiamo tenendo il braccio alzato a circa 45° potremo farlo anche solo una volta.
Importante: ricordiamoci sempre di avere con noi una minuscola boccetta di acqua minerale o termale, da vaporizzare durante la giornata. Spruzzandola sul viso da una distanza di 20 centimetri a metà giornata, ci aiuterà a non ricorrere a ritocchi di emergenza, perché l’acqua inumidisce il trucco, rendendolo di nuovo perfetto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>