Come avere sempre l’alito fresco

Il problema dell’alito sempre fresco è quello che assilla tutti, soprattutto chi non ha un’alimentazione leggera o ha vizi come il fumo. L’alito viene infatti influenzato fortemente da ciò che mangiamo ogni giorno, e che comporta delle conseguenze ai denti o alla bocca, ponendoci in una situazione di disagio, soprattutto se siamo a continuo contatto col pubblico.
Per affrontare il problema dell’alito pesante dobbiamo dapprima capire da cosa questo derivi. Non sempre può bastare una buona igiene orale per mantenere l’alito fresco, ma potremmo avere la necessità di ricorrere all’aiuto di un medico, per risolvere problemi che riguardano una digestione lenta, una carie di cui non ci siamo accorti, un problema della bocca, il reflusso gastrico, placche alla gola o problemi alle tonsille. Di certo, però, mantenere i denti sani con un corretto uso del filo interdentale aiuta. Anche l’utilizzo costante del collutorio può agevolare l’alito, perché rinfresca la bocca e combatte la formazione della carie.
Quando si fa uno smodato uso di alcolici, l’alito ne risente; altrettanto se si bevono bibite gassate e molto caffè o molto te.
I rimedi naturali sono i migliori. Esclusi i problemi ai denti, possiamo profumare la bocca bevendo dei decotti di timo e liquirizia. La liquirizia in pasticche è comunque efficace, ma è bene consumarla di rado, perché lascia delle antiestetiche macchie sui denti. Per eliminarle e rendere l’alito più fresco si possono fare sciacqui con acqua, bicarbonato e limone, che hanno un ottimo potere sbiancante.
Spesso l’alitosi può derivare invece dall’eccessivo consumo di tabacco. Quello del sigaro in particolare è fastidioso. Per profumare l’alito può essere utile allora preparare un decotto di menta da bere ogni sera, mettendo 20 grammi di foglie secche in due tazze d’acqua che dovranno bollire per cinque minuti.
Ci sono persone che amano molto alimenti come l’aglio o la cipolla. Il suggerimento è quello di cucinare l’aglio utilizzandolo “in camicia”, preparandolo cioè nella pellicina che lo avvolge. Anche se mangeremo spaghetti aglio e olio, il nostro alito ne soffrirà meno che con l’aglio privato della camiciola. Molte persone usano invece privarlo dell’”anima” presente al suo interno, che pare sia la responsabile dell’alito cattivo e della stessa difficoltà digestiva.
Un alimento come la cipolla, invece, può esser utilizzato per cucinare dopo averla lasciata a bagno per 20 minuti in una soluzione di acqua, sale e limone, che la priva del suo sapore così forte.
Se si abusa di questi alimenti, si possono preparare però dei concentrati di basilico fresco, frullato insieme a un pezzetto di zenzero, da tenere in bocca pochi minuti. Si sciacqua poi la bocca con acqua tiepida in cui è stato spremuto mezzo limone. Se non si ha la possibilità di lavarsi i denti, la soluzione dell’ultimo minuto è quella delle gomme allo xilitolo, che profumano l’alito, contrastando anche il processo dei batteri della carie.
C’è chi ama succhiare i bastoncini di liquirizia: va bene se è pura, cioè la radice, che ha pochi zuccheri e lascia l’alito fresco per ore.

alitosi

1 comment

Leave Comment
  1. Pingback: Come farsi venire la febbre | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>