Come avere un giardino sempre fiorito tutta l’estate

Chi ha la fortuna di poter possedere un proprio giardino, oltre ad avere la possibilità di sfruttarlo durante la stagione estiva, può anche divertirsi a creare una piccola oasi di verde in mezzo alla città; è necessario sapere quelle che sono le piante in grado di crescere e resistere durante tutto l’arco dei mesi più caldi.
Tra le piante in grado di durare per molto tempo, la Primula è senza dubbio una tra le più comuni: si tratta, infatti, di una pianta di piccole dimensioni che comincia a sbocciare molto presto, non appena le temperature si fanno meno rigide (da qui deriva, infatti, il suo nome).
A questa categoria appartengono diverse specie di Primula, coltivabili sia all’aria aperta che in appartamento, ma che si differenziano tra loro per il diverso colore dei fiori, visibili tutto l’anno; la sua coltivazione è molto semplice, non richiedendo cure particolari, ma solo una giusta temperatura da rispettare. Per quanto riguarda il periodo estivo, la Primula va tenuta in un luogo fresco (dai 10° ai 16°), procedendo ad una costante annaffiatura (soprattutto della chioma) e ponendola alla luce (mai diretta), mentre in inverno può arrivare a reggere una temperatura di 7°, ma non per lunghi periodi di tempo. Il rinvaso è consigliato ogni due anni, meglio se in autunno, in modo tale da preparare la Primula al germoglio, utilizzando vasi che non superino i 15-20 cm di grandezza.

Un’altra pianta adatta a durare per tutta la bella stagione nel vostro giardino è la Brunfelsia, arbusto sempreverde originario del Brasile, in grado di essere coltivata anche in vaso, in quanto non supera mai i 70 cm di altezza; i suoi coloratissimi fiori, poi, subiscono un cambio di tonalità a seconda dello stadio di fioritura in cui si trovano, da viola a lavanda, fino al bianco. Essendo originaria di zone umide e particolarmente calde, la Brunfelsia è in grado di resistere anche a temperature che variano dai 21° ai 26°, mentre in inverno non deve mai essere esposta a temperature inferiori ai 13°. Questa pianta necessita di luce, ma non di una esposizione diretta alla luce del sole mentre, per quanto riguarda l’annaffiatura, la Brunfelsia deve rimanere umida, ma senza esagerare con l’acqua.

Se desiderate aggiungere qualche altra pianta al vostro giardino, anche il Geranio si presta perfettamente al clima caldo dell’estate; questa specie, infatti, è in grado di crescere ad una temperatura di 25° ed in pieno sole; per contro, questa pianta non sopporta temperature che vadano al di sotto dei 15°. Per quanto riguarda l’annaffiatura, il Geranio necessita di una buona dose d’acqua, in grado di inumidire ben bene il terriccio sottostante; prima, però, di procedere con una nuova annaffiatura, accertatevi che la terra, in superficie, sia secca: procedete, quindi, rompendo la crosta ed innaffiate nuovamente. Il rinvaso va effettuato ogni anno in primavera, con un terriccio costituito da torba e terra argillosa.
Infine, da segnalare anche l‘Oleandro, pianta sempreverde in grado di resistere a temperature molto elevate ed all’esposizione diretta alla luce del sole; può essere coltivato sia all’aria aperta che in appartamento (posizionarlo in piena luce), proprio perché ama il sole, la luce ed ambienti arieggiati. Per quanto riguarda l’annaffiatura, l’Oleandro va bagnato con abbondante acqua in modo tale che il terriccio sia sempre umido.

 

giardino-fiorito

1 comment

Leave Comment
  1. Pingback: Cosa fare se l’erba del giardino diventa gialla | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>