Come aprire una libreria

Quali sono i passi da seguire per aprire una libreria? Di sicuro il primo accorgimento da adottare è cercare di scoprire se il mercato è saturo, vale a dire quante librerie sono già presenti in zona, soprattutto in considerazione del numero di abitanti. Chiaramente, come per tutti gli esercizi commerciali, un ruolo importante sarà esercitato dalla posizione del locale in cui vorremo aprire la libreria. È bene ricordare che all’’inizio dovremo operare un investimento piuttosto oneroso, che sarà ripagato solo se sapremo gestire in maniera adeguata le risorse a disposizione. Inoltre, sarà bene essere sempre informati sulle ultime tendenze dell’ambiente, soprattutto quelle che arrivano dagli Stati Uniti. Per esempio, un’idea che sta risultando vincente al di là dell’’Oceano è rappresentata dalla formula del Food and book, vale a dire un’ opzione che associa l’’acquisto di prodotti alimentari o di un semplice snack alla ricerca di un libro. Nel nostro Paese, invece, risultano di successo le librerie per bambini e per ragazzi, che offrono l’opportunità di gestire e organizzare letture di fiabe, laboratori didattici e addirittura feste per bambini. Insomma, il cliente deve essere il più possibile accolto con calore e coccolato. Una volta scelto che tipo di taglio dare alla libreria, e individuato il target di riferimento verso il quale desideriamo indirizzarci, possiamo pensare a come effettivamente organizzare la struttura. In una libreria sarà fondamentale introdurre scaffali ad altezza uomo, e sedie e poltrone comode, che consentano al cliente di rilassarsi e concedersi qualche minuto per capire se il libro che ha in mano può risultare un acquisto indovinato. I libri devono essere, per quanto possibile, messi in mostra sul davanti, mettendo in evidenza la copertina. I clienti devono avere la possibilità di trovare in maniera veloce il volume che stanno cercando, e soprattutto sentirsi liberi di consultare i libri senza l’assillo di una commessa e il disturbo di dover stare in piedi. Per aprire una libreria, sarebbe ideale poter contare su un locale di almeno un centinaio di metri quadri. Come accennato all’inizio, la soluzione ideale sarebbe un’ubicazione nella zona centrale della città. Ecco dunque i passi da seguire: per prima cosa è necessario presentare la domanda di inizio attività al Comune competente; quindi bisogna procedere con l’iscrizione, presso la Camera di Commercio, al Registro delle Imprese. Nel caso in cui si abbia in mente di allestire un angolo caffè o una zona dedicata ai bambini, dovremo richiedere tutti i permessi del caso. E veniamo all’argomento più delicato, vale a dire i costi: per un assortimento di circa 150 mila titoli, si può prevedere un investimento di 170 mila euro, chiaramente pagabili a rate. Per quanto riguarda il locale, sarà opportuno mettere in preventivo almeno 1400 euro per metro quadro. Per quanto riguarda i dipendenti al lavoro, in un negozio di queste dimensioni saranno sufficienti due persone: nel giro di tre anni, si dovrebbe rientrare delle spese. Ovviamente, per chi lo desidera sarà possibile anche ottenere un finanziamento specializzato.

aprire una libreria

2 comments

Leave Comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>