Come allevare un furetto

Il furetto è un animale appartenente alla famiglia dei mustelidi, quindi è un carnivoro e non un erbivoro come erroneamente si pensa.
Inoltre si tratta di una specie ottenuta attraverso vari incroci effettuati per ottenere una specie di animale da caccia che potesse consentire di stanare la cacciagione come volpi e conigli: la sua forma allungata e sciolta gli consente infatti di intrufolarsi in spazi stretti come appunto le tane e far scappare la preda successivamente braccata dall’essere umano. A questo scopo vengono utilizzati collare e museruola perchè il furetto può addentare la preda.

Il furetto ha una forma allungata e all’apparenza snodabile, la sua lunghezza può arrivare al massimo ai 60 centimetri con inclusa la coda, il suo mantello è formato da due tipi di pelliccia: una rada e fitta, che serve per scaldare in modo maggiore, e una più lunga, esterna e dai peli più duri, più resistente alle spine e ai rovi. La pelliccia ha una secrezione di sebo che serve er proteggerlo dal freddo e dall’acqua. L’animaletto è quasi cieco, ma di contro ha un olfatto e un udito molto sviluppati che gli consentono l’orientamento e il riconoscimento del padrone.

Il fatto che il furetto sia una specie ottenuta da incroci significa anche che è in pratica un animaletto domestico che non sarebbe in grado da solo di vivere allo stato libero.
Inoltre è molto delicato e ha bisogno di cure e attenzioni molto particolari.
Per le sue caratteristiche è considerato un buon amico per i bambini, e in tutti i negozi di animali se ne trovano facilmente, a volte anche a prezzi elevati.

Nonostante sia un animale pulito, essenzialmente ha bisogno di una lettiera sempre pulita dove effettuare i suoi bisogni.
Non deve assolutamente mangiare carboidrati o verdure perchè il suo intestino non è fatto per ricevere determinati alimenti: nei negozi specifici esistono diverse varianti di crocchette proteiche apposite per far fronte alla sua alimentazione. In caso di premio si può dare al nostro animaletto un uovo sodo, di cui va particolarmente ghiotto.

Il furetto va tenuto in appartamento, ma la sua particolare giocosità fa si che bisogna a vere delle accortezze nella vita quotidiana e nella gestione pratica degli spazi.
Abbiamo a che fare con un animaletto molto curioso e vivace, che esplora ogni buco o apertura, per cui bisogna a stare molto attenti a non chiudere in fretta le porte perchè lui potrebbe passare e restare schiacciato. Cassetti aperti, ceste, qualsiasi apertura può essere ispezionata da un furetto, il quale può decidere di addormentarsi in essa e sparire per qualche ora, introvabile.

Il suo ciclo sonno veglia è completamente diverso da quello dell’essere umano: dorme molto e di un sonno profondo, alternando stati di veglia molto energici.

La sua energia deve essere accondiscesa: il furetto soffre molto se non gioca o se viene lasciato da solo.

Come tutti gli animali domestici di cui si cerca la compagnia, prima di prenderne uno in casa, è bene sapere che queste minime precauzioni devono essere prese in considerazione, in fondo ogni essere vivente necessita di attenzioni particolari.

furetto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>