Come allenare la memoria

Chi sostiene di averla persa con l’età, chi è convinto di averla avuta sempre labile, chi ancora giura di non ricordare se ci sia mai stata. La memoria è spesso un cruccio, talvolta una vera e propria fonte di preoccupazione, eppure è uno degli elementi fondamentali della nostra vita; e, a meno di seri danni cerebrali, qualcosa che tutti possediamo. Resta innegabile che alcuni abbiano una memoria più sviluppata, mentre per altri risulta difficile ricordare anche il codice del proprio bancomat usato da anni. Preoccuparsi serve a poco, anzi, può persino peggiorare la situazione. Perchè se da un lato è vero che la memoria tende a diminuire con l’innalzarsi dell’età, dall’altro vi sono fattori (come l’ansia) che incidono pesantemente sulla concentrazione e quindi sul funzionamento della memoria.
Ormai la scienza ha stabilito l’importanza dell’allenamento per tenere in buona forma le capacità mnemoniche e persino per aumentarle. Una sorta di ginnastica che deve essere quotidiana e che può esplicitarsi anche facendo attività piacevoli e rilassanti.
Uno dei metodi più utili, pare essere quello di dedicarsi ai cruciverba, iniziando da quelli più semplici per poi confrontarsi con schemi più complessi. Per chi preferisce cimentarsi con i numeri, si consiglia il Sudoku. Se si è disposti a mettere mano al portafogli per una spesa decisamente più sostenuta, pare essere efficace (e anche divertente) il prodotto NintendoDS chiamato Brain Training o, la versione più avanzata, More Brain Training. Si tratta di una sorta di videogioco portatile che spazia da esercizi matematici a test capaci di valutare la prontezza di riflessi e il livello d’attenzione.
Ma una buona ginnastica per la memoria consiste principalmente in esercizi che si possono fare senza alcun supporto e quindi con nessuna spesa. Imparare a memoria una canzone o una poesia, per poi ripeterla ogni giorno, è di per sè un buon metodo. Così come memorizzare numeri di telefono, fino a riuscire a fare meno della rubrica, costituice un ottimo esercizio mentale, E ancora, avete un telefilm preferito? A televisione spenta, tentate di ricordare il nome di tutti i protagonisti ed i loro legami famigliari, amicali, eccetera. Se riuscite ad eseguire una simile operazione con soap opera decennali (e intricate) come Beautiful, ricordando anche gli itrecci sentimentali, potete stare certi che la vostra memoria funziona a meraviglia. Per mettere in moto la parte del cervello in cui risiede la memoria, talvolta basta rompere la routine.Un ottimo metodo è quello di aggirarsi per casa al buio e provare a trovare oggetti di uso quotidiano (come lo spazzolino da denti, il pettine, un gomitolo di lana). Infine, un aiuto giunge da Intenet, dove si trovano vari siti con test ed esercizi per allenare la mente. Ricordatevi di farlo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>