Come aiutare i senzatetto nel periodo delle feste

Per molti di noi il Natale è sinonimo di felicità e di festa, è un modo per passare un pò di tempo in compagnia dei propri parenti e dei propri amici, festeggiando e mangiando in abbondanza, ma soprattutto è un ottimo pretesto per lasciare da parte per qualche giorno tutti i nostri pensieri e preoccupazioni che ci seguono con costanza nella vita quotidiana.
Purtroppo però, per circa 90.000 persone in Italia, questo non è possibile. Sono infatti moltissimi i senzatetto costretti a passare il Natale e le altre festività al freddo e senza nessuna compagnia. Moltissimi di loro non riescono nemmeno a superare la notte per colpa del freddo che caratterizza questo periodo dell’anno, per questo motivo sono sempre di più le persone che vorrebbero fare qualcosa e che si chiedono in che modo il loro aiuto potrebbe migliorare la vita di queste 90.000 anime.
Innanzitutto dobbiamo capire quali sono i motivi che spingono una persona a diventare senzatetto e, a parte rarissimi casi in cui la scelta è stata spontanea, nella quasi totalità dei casi si tratta di vere e proprie disgrazie improvvise: un crollo finanziario, problemi di violenza domestica o di incomprensioni familiari, problemi di alcool e di droga, ecc.
Le associazioni che si occupano di questo gravissimo problema sociale sono davvero tante, tra queste la più conosciuta è senz’altro la Caritas Italiana (per ulteriori informazioni vi lascio l’indirizzo: Via Aurelia, 796 00165 Roma. Il numero di telefono è 06/66177001).
Si tratta di un’associazione cattolica che interviene in vari modi e che dà la possibilità, ovviamente in modo gratuito, a chiunque di effettuare del volontariato.
Sono presenti dei centri di ascolto per i senzatetto, ma soprattutto vengono messi a disposizione dei locali che gli permettono di passare la notte senza troppi rischi. Inoltre, tra le varie attività, si ha la distribuzione del cibo presso determinati centri, che consente di farli sopravvivere.
Ma in che modo potremmo aiutarli?
Innanzitutto potremmo contattare una di queste associazioni e muoverci con la sicurezza di collaborare con degli esperti, in altro modo potremmo raccogliere tutti gli abiti invernali che non indossiamo più e portarli in un centro di raccolta per garantirgli una maggior protezione dal freddo.
Altrimenti potremmo decidere di fare un gesto simbolico e di rinunciare al nostro pranzo di Natale, magari per andare a distribuire del cibo in questi centri, oppure aiutando a trovargli una sistemazione per la notte.
Per tutti coloro che invece volessero muoversi in maniera indipendente, potrebbero recarsi direttamente da alcuni senzatetto e cercare di capire e di ascoltare quali sono i loro reali bisogni, magari portando del buon cibo e qualche coperta pesante, oppure portando qualche cappello, sciarpa e guanti.
Ogni giorno è buono per fare un gesto solidale e di aiuto nei confronti di chi è meno fortunato di noi, possiamo scegliere il periodo di Natale perchè ci fa sentire più buoni ma in realtà questa attività dovrebbe protrarsi anche oltre il periodo delle festività natalizie.
Loro hanno bisogno di noi, del nostro aiuto, e non solo i giorni di Natale….molti di loro non sanno nemmeno con chi sfogarsi e sarebbe davvero un ottimo gesto quello di tendere una mano quotidianamente per cercare di far stare bene il prossimo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>